Statistiche Web
SEI IN > VIVERE RIMINI > CRONACA
articolo

Arrestato in flagranza per spaccio e per reingresso illegale nel territorio dello stato. L’uomo è stato espulso e rimpatriato

2' di lettura
24

L’attività, sviluppata a seguito delle acquisizioni info-investigative della Squadra Mobile, è frutto di un’implementazione dei controlli e del monitoraggio dei fenomeni di criminalità diffusa in ambito cittadino e, in particolare, per lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli investigatori della Squadra Mobile stavano monitorando l’uomo, poiché, da riscontri investigativi, era emerso che lo stesso effettuasse delle consegne di sostanza stupefacente in alcune località della provincia di Rimini a mezzo della propria autovettura.

Pertanto, nel pomeriggio del 27 maggio, gli uomini della Squadra Mobile hanno individuato il soggetto in zona Marina Centro a Rimini, mentre circolava a bordo di un suv.

Lo stesso, al controllo effettuato dagli operatori, veniva trovato in possesso di una cospicua somma di denaro, in banconote di vario taglio e di due telefoni cellulari, mentre sull’autovettura, occultata all’interno di un calzino, celato nell’intercapedine del piantone dello sterzo, veniva rinvenuta e sequestrata cocaina, confezionata in 12 dosi, con involucri termosaldati, per il peso complessivo di circa 12 grammi e quindi arrestato per la detenzione ai fini di spaccio della sostanza stupefacente.

Durante le procedure di identificazione avvenute in Questura, emergeva che il soggetto, con altre generalità, era già noto alle forze di polizia, in quanto arrestato per reati connessi al traffico di sostanze stupefacenti e tuttora gravato dalla misura di sicurezza dell’espulsione dal territorio italiano, disposta dal Tribunale di Cosenza ed eseguita in data 13.03.2022.

Il predetto veniva quindi arrestato anche per violazione della normativa in materia di reingresso illegale nello Stato italiano.

L’Autorità Giudiziaria, dopo aver celebrato rito direttissimo, ha convalidato l’applicazione della misura precautelare adottata, rilasciando inoltre nulla osta all’espulsione dello stesso dal territorio dello Stato.

L’Ufficio Immigrazione della Questura di Rimini, conseguentemente, ha attivato la procedura per il rimpatrio, ottenendo dal Giudice di Pace la convalida del provvedimento di accompagnamento alla frontiera, disposto dal Questore di Rimini.

Lo straniero, nella serata del 29 maggio, è stato accompagnato alla frontiera aerea di Bologna, dove è stato imbarcato su volo per l’Albania, con scorta eseguita dal personale della Questura.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Rimini.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereRimini oppure aggiungere il numero 376.0317899 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivererimini o cliccare su t.me/vivererimini.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/vivererimini/ e Twitter: https://twitter.com/Vivererimini


Questo è un articolo pubblicato il 31-05-2024 alle 19:35 sul giornale del 01 giugno 2024 - 24 letture






qrcode