Statistiche Web
SEI IN > VIVERE RIMINI > CRONACA
articolo

Lotta al “caporalato”: scoperti 22 lavoratori in “nero”

2' di lettura
16

Piano straordinario di controllo economico del territorio dei Finanzieri del Comando Provinciale di Rimini nel corso di questa parte della stagione estiva, per cui sono stati particolarmente attenzionati i settori operativi, della lotta all’abusivismo commerciale, alle truffe del carburante, alla contraffazione, al “caporalato”, ai prodotti non sicuri e ai traffici di droga, in parte destinata a rifornire le località di villeggiatura, grazie anche all’ausilio di ulteriori 80 militari, provenienti in rafforzamento da altri Reparti del Corpo, per un dispositivo complessivo di circa 220 militari che si sono alternati nei servizi.

Oltre 280 gli interventi in materia di scontrini e ricevute fiscali, scaturiti anche da segnalazioni pervenute al numero di pubblica utilità “117”, nel corso dei quali sono stati verbalizzati 88 operatori economici sanzionati per l’omessa registrazione di corrispettivi o la mancata comunicazione degli incassi giornalieri anche se regolarmente annotati nel misuratore fiscale, con sanzioni minime applicabili per 44.000 euro.

Gli oltre 220 posti di controllo in materia di trasporto delle merci e di prodotti sottoposti ad accise, pianificati privilegiando i principali snodi stradali, hanno interessato circa 1.200 persone ed 850 autovetture, a seguito dei quali sono state rilevate oltre 23 violazioni stradali. Il fiuto dei cani antidroga ha portato alla verbalizzazione di 4 persone per detenzione illegale di complessive 22 dosi tra hashish e marijuana.

Nel settore della lotta alla contraffazione a tutela della sicurezza prodotti e contrasto all’abusivismo commerciale, una decina di interventi hanno portato al sequestro di quasi 10 mila prodotti contraffatti o carenti degli standard di sicurezza europei: una persona denunciata e 17 verbalizzate in via amministrativa.

Lotta al “caporalato”: 22 lavoratori in “nero” scoperti a seguito di controlli nei confronti di imprese operanti anche nei settori della ristorazione, ricettivo e della riparazione di autoveicoli e motocicli con complessive sanzioni a 12 datori di lavoro fino ad un massimo di oltre 80 mila euro e conseguente segnalazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per la sospensione.

Sequestrati, infine, oltre 200 grammi convenzionali di liquidi contenenti nicotina e privi del contrassegno di Stato presso un esercizio commerciale con l’applicazione al titolare di una sanzione amministrativa di oltre 1.600 euro.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Rimini.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereRimini oppure aggiungere il numero 376.0317899 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivererimini o cliccare su t.me/vivererimini.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/vivererimini/ e Twitter: https://twitter.com/Vivererimini


Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2023 alle 10:18 sul giornale del 09 settembre 2023 - 16 letture






qrcode