Statistiche Web

Avventori seduti ai tavoli di un ristorante, sanzionati

1' di lettura 31/03/2021 - Si comunica che il personale della Polizia di Stato della Questura di Rimini, nell’ambito di mirati servizi specifici della Squadra Amministrativa disposti dal Questore, finalizzati al rispetto delle norme che riguardano la sicurezza pubblica, specificatamente di quelle che sono le vigenti disposizioni sul contenimento dell’emergenza COVID-19, ha vigilato sul regolare svolgimento dell’attività degli esercizi commerciali e dei pubblici esercizi.

Nella circostanza, durante un controllo ad un ristorante della zona mare di San Giuliano, è stata rilevata la presenza di diversi avventori, seduti ai tavoli, intenti a consumare il pranzo in forza a dei contratti stipulati con il ristoratore per il servizio di mensa.

Al termine degli accertamenti presso gli uffici competenti, sono state accertate alcune violazioni amministrative alla normativa covid per il ristoratore, in quanto 5 contratti, di cui due stipulati con dei liberi professionisti, risultavano privi del connotato indefettibile del servizio di mensa, rappresentato dalla ristorazione collettiva, requisito essenziale per assicurare in deroga il servizio di mensa all’interno dei pubblici esercizi.

Inoltre sono stati sanzionati 5 avventori che, eludendo le norme vigenti con dei contratti per il servizio di mensa che non potevano essere stipulati, consumavano il pasto tranquillamente seduti ai tavoli.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Rimini.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0317899 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivererimini o cliccare su t.me/vivererimini.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/vivererimini/ e Twitter: https://twitter.com/Vivereriminiv






Questo è un articolo pubblicato il 31-03-2021 alle 10:32 sul giornale del 01 aprile 2021 - 129 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bVgH