Statistiche Web

Matteo Brighi: da Rimini alla Serie A

27/12/2017 - La carriera di un calciatore è breve e per questo motivo le occasioni vanno colte al volo. Non è stato così, almeno all’inizio, per Matteo Brighi. L’ex centrocampista della Roma, infatti, come raccontato in un’intervista, a 17 anni disse no alla Juventus per finire la scuola.

Una scelta che, a quell’epoca, poteva sembrare azzardata ma che poi si è rivelata vincente. Ma procediamo con ordine: nato a Rimini nel 1981, il secondo di quattro fratelli, tutti calciatori, comincia la sua avventura calcistica nelle giovanili della squadra della sua città, salvo poi passare in prima squadra nel 1998. Un inizio difficile, fatto di sudore e fatica, sfiorando la Serie C1 nella sua seconda annata da professionista nella finale play off tra Rimini e Vis Pesaro.

Il passaggio alla Juventus

Quel matrimonio rifiutato qualche anno prima si fece poi nel settembre 2000, quando a 19 anni passa alla Juventus e con la quale esordisce il 30 settembre nella sfida tra i bianconeri ed il Napoli. Sarà un’annata non semplice per Matteo, anche a causa della grande concorrenza in squadra, con la presenza di calciatori di altissimo livello.

Per questo motivo l’anno successivo passa in prestito al Bologna dove conquista subito la maglia da titolare. Nella squadra guidata da Francesco Guidolin disputa 32 match di campionato, aiutandola a conquistare il settimo posto finale. Annata che si conclude il premio di miglior giovane della Serie A italiana.

Le avventure di Parma e Brescia

Al termine del prestito torna alla Juventus con la quale conquista la Supercoppa Italiana. Il 31 agosto, però, passa al Parma per cinque milioni di euro nell’affare che porta Di Vaio a Torino. Con la maglia gialloblù esordisce il 31 ottobre 2002 in Coppa Uefa. L’estate dopo passa ancora in prestito al Brescia dove inizialmente viene impiegato poco, salvo poi conquistarsi la maglia da titolare ed aiutare la squadra segnando la rete della matematica salvezza nella trasferta contro il Siena.

L’avventura a Roma

Nel 2004 viene inserito dalla Juve nell’acquisto da parte dei bianconeri del brasiliano Emerson in arrivo dalla Roma. Da lì sarà girato in prestito al Chievo Verona, salvo poi tornare nell’estate 2007 in maglia giallorossa dove nella sua partita d’esordio contro l’Empoli mette a segno il suo primo gol con i capitolini. Al termine di questo stesso anno conquista la sua seconda Supercoppa Italiana e la Coppa Italia, entrambe ai danni dell’Inter.

Capitolo Nazionale Italiana

L’esordio con la Nazionale maggiore avviene nell’amichevole estiva del 21 agosto 2002 tra Italia e Slovenia disputata a Trieste. A distanza di quasi 7 anni ritorna a vestire la maglia dell’Italia grazie a Marcello Lippi che lo convoca per gli impegni di qualificazione ai Mondiali del 2010 contro Montenegro e Irlanda.

Il presente in Serie B

Oggi Matteo Brighi, 36 anni, milita in Serie B nelle fila del Perugia. L’obbiettivo stagionale è quello di fare un campionato tranquillo, e la posizione in classifica al momento lo dimostra, anche se le aspirazioni e le speranze di tornare in Serie A per il Grifone, e per lo stesso Brighi, ci sono sempre. Il campionato cadetto, d’altronde, permette di sognare un po’ a tutti. Ricordate la Spal ed il Benevento lo scorso anno? E’ anche per questo motivo che gli esperti di scommesse Italia quando quotano la Serie B sono sempre molto accorti nelle loro analisi.





Questo è un articolo pubblicato il 27-12-2017 alle 11:15 sul giornale del 27 dicembre 2017 - 33 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQgW