Statistiche Web

Rimini: atti persecutori nei confronti dell'ex compagna. Arrestato dirigente dell'Ancona calcio

manette 31/01/2017 - Atti persecutori nei confronti dell'ex compagna. Arrestato dirigente dell'Ancona calcio. La società dorica non entra nella vicenda, ma scattano le dimissioni dal Cda.

Atti persecutori nei confronti dell'ex compagna. E' questa l'accusa fatta al dirigente dell'Ancona calcio Fabrizio Giglio subentrato come nuovo socio della società biancorossa il 27 ottobre scorso, in rappresentanza del gruppo che aveva rilevato la società. A dare esecuzione all'arresto nella mattina la Squadra Mobile di Rimini. Su disposizione del Gip Sonia Pasini e richiesta del pm Paolo Gengarelli ora si trova in carcere. Giglio 30enne originario della Puglia e consigliere di amministrazione dell'Ancona Calcio era già stato condannato dal Tribunale di Rimini per fatti analoghi.

Seppur "non entrando nel merito della vicenda che nulla ha a che fare con questioni calcistiche e che riguarda la sfera privata" la società precisa che l'imprenditore riminese consigliere dell’Ancona 1905 e presidente della maltese FC Gharghur "aveva già rassegnato e firmato le proprie dimissioni che l’U.S. Ancona 1905 si appresta ad accogliere, alla prima riunione utile". Questo quando dichiarato dalla società dorica in relazione alla notizia dell’arresto di Fabrizio Giglio.





Questo è un articolo pubblicato il 31-01-2017 alle 18:16 sul giornale del 01 febbraio 2017 - 144 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, manette, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aFZm