Statistiche Web

Spacciavano droga a minorenni e nei centri di recupero, arrestati tre pusher

foto droga recupeta Squadra Mobile di Rimini e Trento 26/10/2016 - La banda, composta da due uomini e una donna, operava nelle province di Rimini, Trento e Pesaro. Spacciavano hashish, cocaina e marijuana anche a minorenni e nei centri di recupero.

Questa mattina i militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini, in collaborazione con Arma di Trento, hanno dato esecuzione a 3 ordinanze di applicazione di misure cautelari nei confronti di un napoletano F.P. di 49 anni, una barese F.T. di 35 anni e un trentino A.B. di 59 anni, ritenuti responsabili, in concorso fra loro, del reato di spaccio continuato di sostanze stupefacenti, prevalentemente hashish, e cocaina e marijuana.

L’articolata manovra investigativa, avviata nell’ottobre 2015 e conclusasi nel mese di agosto 2016, ha permesso di documentare, mediante attività di captazione audio-video e servizi dinamici, l’operatività di un sodalizio criminoso con interessi nella province di Rimini, Trento e Pesaro, dedito prevalentemente allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il pusher napoletano, pluripregiudicato per reati di stupefacenti, deteneva il controllo di una importante filiera di acquirenti, rifornendosi da canali esteri e nazionali in particolare da Trento. L’uomo infatti si avvaleva della collaborazione degli altri due spacciatori per far giungere alcuni ordinativi di stupefacenti dal capoluogo trentino, per poi rivenderlo principalmente sulla piazza riminese e quella pesarese, anche nei confronti di minorenni e nei pressi dei centri di recupero per tossicodipendenti.

Sono stati sequestrati oltre 56mila euro in contanti custoditi in una bolgetta affidata dal pusher 49enne a terza persona ignara del contenuto. Recuperati in un garage gr. 4380,2 di sostanza stupefacente di tipo marijuana, gr. 4839,5 di sostanza stupefacente di tipo hashish e grammi 232,6 di sostanza stupefacente di tipo cocaina.

Inoltre nel corso della fase esecutiva dei provvedimenti, presso l’abitazione dei due arrestati a Trento, sono stati rinvenuti e sequestrati gr. 50 di hashish, gr. 1 di marijuana, un involucro contenente semi di canapa indiana, la somma di euro 2.590,00,  8 telefoni cellulari con relative schede telefoniche, la documentazione attestante le cessioni di stupefacente ed i crediti pendenti con gli acquirenti.

I provvedimenti cautelari sono stati emessi dall’Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Rimini, a firma della Dott.ssa Sonia Pasini.

 







Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2016 alle 16:50 sul giornale del 27 ottobre 2016 - 258 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, pesaro, spaccio, rimini, trento, news, pusher, roberta baldini, notizie pesaro, news pesaro, news rimini, articolo, soldi recupeti, Squadra Mobile di Rimini, carabinieri Trento, news trento