Statistiche Web

Falsi d’autore sequestrati dai Carabinieri

Merce contraffatta 1' di lettura 13/12/2014 - Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Viserba durante un servizio di controllo del territorio hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Rimini, due ucraini resisi responsabili dei reati di introduzione nello Stato di prodotti con marchi contraffatti e ricettazione.

I due, un 35/enne ed un 27/enne, che viaggiavano a bordo di un furgone con targa ucraina, sono stati trovati in possesso di 52 borse con marchio contraffatto. Si tratta di manufatti abilmente contraffatti, con tanto di cartellino contenente il numero di matricola, stampato a fuoco anche sul pellame, complete di scatola in cartone e della borsa in tela di protezione. Tutto fatto a regola d’arte come se le borse fossero originali, tanto che i Carabinieri, non trovandosi di fronte ai soliti prodotti palesemente contraffatti, si sono dovuti rivolgere ad un esperto per una perizia.

Anche il mezzo utilizzato per il trasporto delle borse è stato sequestrato. I due indagati avanti ai militari si sono avvalsi della facoltà di non rispondere in relazione alla solita richiesta di chiarimenti sulla provenienza della merce. Non si esclude che i falsi fossero destinati al mercato dell’est, visto che i prezzi consigliati nei cartellini erano espressi in dollari.

Ora i militari stanno indagando per risalire a dove i due hanno acquistato la merce contraffatta.






Questo è un articolo pubblicato il 13-12-2014 alle 14:09 sul giornale del 14 dicembre 2014 - 642 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, merce contraffatta, rimini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acTJ