Statistiche Web

Open day Ama Mapu con il Trio La Rosa in concerto

La rosa JazzAroundRimini 2' di lettura 29/06/2014 - Il collettivo JAR-jazzaroundrimini continua la speciale collaborazione nata con la nuova realtà del territorio Cooperatica Ama Mapu. Iniziata sabato 7 giugno, si tratta di una rassegna musicale che unisce buona musica per l’anima a buon cibo per il corpo, da qui il titolo scelto, body&soul. Un appuntamento a cadenza settimanale che sta nutrendo corpo, mente, anima.

La Cooperatica Sociale Olistica Ama Mapu è un luogo di opportunità: promuove esperienze utili per la crescita personale, l’equilibrio e l’armonia dell’Essere, la connessione con il Tutto, il rispetto e l’amore per la Natura, la sostenibilità e l’ecologia attraverso seminari, conferenze, corsi ed eventi vari. Offre uno spazio aperto a tutti coloro che vogliono esprimere la propria arte e creatività, come via per la propria realizzazione.

Il percorso che unisce ottima musica ad un ottimo cibo - prima del concerto si possono gustare piatti vegani preparati con cibo biologico e a km 0 - è continuato sabato 28 giugno con un appuntamento unico: un pomeriggio di iniziative dedicate a grandi e piccini che è proseguito con il concerto de La Rosa, un Trio molto speciale, dalle sonorità straordinariamente affascinanti. Protagonisti Samanta Balzani, canto, flauti, shruti box, campane alchemiche - Giuseppe Ceci, chitarra classica, oud, bouzouki - Paolo Veronica, darabouka, duff, rik, cajon.

Il Trio La Rosa nasce nel gennaio 2013 dall’incontro di 3 musicisti romagnoli che si incontrano alla luce di una comune passione per la musica e la cultura araba. A questa passione, complice un background musicale che toccava anche altre aree del mediterraneo, si è unito il desiderio di esplorare musicalmente questo vasto ed eterogeneo territorio ricco di storia, di culture e di tradizioni che a lungo hanno interagito nei secoli con grande fecondità producendo canzoni, strumenti, tradizioni.

La Rosa spazia tra influenze di area geografiche e culturali anche piuttosto lontane fra loro e con ampia diversità di tradizioni, non pretendendo di esaurirne la ricchezza in maniera completa. "Nei nostri concerti suoniamo brani sefarditi del 1400-1500, musica tradizionale greca ma anche con un occhio al più recente rebetico, pezzi balcanici, arabi, turchi.... cantati nelle lingue originali". L’attenzione non è tanto nella riproduzione con rigore filologico delle atmosfere del pezzo originario quanto quella di catturare l’emozione e la bellezza di queste tradizioni. Attualmente stanno lavorando al loro primo cd che sarà pronto per l'estate 2014.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2014 alle 10:43 sul giornale del 30 giugno 2014 - 736 letture

In questo articolo si parla di musica, jazz, spettacoli, soul, musica live, JazzAroundRimini, La rosa JazzAroundRimini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6xU